Facebook Twitter YouTube Google+
IT | EN

Archivio mostre » Ferrario Frères | Giustizia

 

FERRARIO FRERES  |  Giustizia

a cura di Mauro Zanchi

Inaugurazione: sabato 20 ottobre 2012 ore 18.00

date mostra: 20 ottobre - 28 novembre 2012 

 
Il progetto presentato dai Ferrario Frères alla Galleria Marelia si colloca all'interno della mostra diffusa "Sui piatti della bilancia. L'occhio della Giustizia tra letteratura e arte" organizzato dall'associazione Sguardi a perdita d'occhio.

La Giustizia, come ha scritto Gustavo Zagrebelsky, è una “dimensione del vivere quotidiano”, che rimanda a questioni che sono a fondamento della nostra convivenza. Un concetto, quello della Giustizia, che spesso, nella storia anche recente, si è prestato a manipolazioni e abusi. Questa breve rassegna ha proprio lo scopo di indagare il tema della Giustizia focalizzandolo da diverse angolature. 

La Galleria Marelia ospiterà una mostra ad hoc dei Ferrario Frères, collettivo artistico nato a metà degli anni novanta i cui componenti vivono tra Bergamo e Milano. Caratterizzato da una forte apertura verso l’esterno che si manifesta attraverso collaborazioni, anche di breve periodo, il gruppo si fonda sulla fluidità, sulla sperimentazione e sull’eterogeneità dei mezzi utilizzati.  La ricerca dei Ferrario Frères predilige le installazioni site-specific che spesso si trovano a dialogare con spazi suggestivi, anche non tradizionalmente dedicati all’arte contemporanea (per citarne solo alcuni, in Bergamo: Ex Oratorio di San Lupo 2009 e 2012, Basilica di Santa Maria Maggiore 2009, Palazzo Frizzoni 2007, Teatro Sociale 2004, Fontanone Visconteo, 2003) e che attingono a diverse discipline: dall’arte alla teologia, dall’antropologia alla genetica, dalla botanica all’informatica.
 
Gli altri protagonisti della rassegna artistica sono: Clara LuiselliTemporary Black SpaceSara BenagliaCinzia Benigni, Andrea Mastrovito e Mario Cresci  che si presentano con una mostra collettiva all'interno dei matronei della Basilica di Santa Maria Maggiore; la Traffic Gallery ospita gli artisti sloveni del collettivo BridA.
 
 
Ad offrirci il loro punto di vista etico saranno: Gherardo Colombo, magistrato protagonista dell'inchiesta di Mani Pulite, di cui quest'anno ricorre il ventennale; Adriano Prosperi, professore di storia alla Scuola Normale di Pisa, autore di molti volumi su questo tema, in particolare “Giustizia bendata” (Einaudi), in cui indaga i diversi modi con cui la Giustizia è stata rappresentata nell'arte di tutti i tempi; Franco Buffoni, tra i più importanti poeti italiani contemporanei e tra i nostri maggiori autori civili: si è occupato, anche con il proprio lavoro in versi, dei problemi legati ai diritti umani.
 
Queste personalità ci aiuteranno ad indagare, con la loro esperienza e conoscenza, il tema complesso e sfaccettato della Giustizia, con uno sguardo anche sulla realtà che stiamo vivendo. Tutto questo senza dimenticare la lezione degli antichi greci, secondo i quali il bene era composto inseparabilmente da giustizia e bellezza. Fare scempio della bellezza, per loro, era massima ingiustizia. Una lezione che dovrebbe essere presa a modello ancora oggi.
 

 

Tarocco La Giustizia, 2012, stampa all'alogenuro d'argento, cm 18x12

Sponsor tecnico:      

 

 
Premiere Classe